Accàsa, Hic et Munch

Generalità e generosità

Alla mi mamma non piace affatto quello che mi dice la mia psicologa. Non le torna proprio peggnènte, e bofonchia scuotendo la testa, con quell’espressione un po’ alla ora ci penso io, e è proprio lì la trappola. La mia mamma è quella che come condizione obbligatoria per non risottoscrivere e rinnovare e equipaggiare di gran carica il mio ennesimo ricovero coercitivo mi ha costretta giuridicamente –come minimo a andare dalla psicologa, il cui recapito e nominativo mi ha indicato lei medesima, la somma furbissimasotto contratto che si legge ricatto. Ora beccati che nell’ora settimanale io e la psicologa giochiamo a freccette e disegniamo barba baffi e occhiali sulla tua linea genitoriale, e umana. No ma comunque ti perdono eh. Guarda ti perdono ancora prima che tu mi abbia mai chiesto scusa, o mai contemplato che la mia libertà mi riguardasse.

Pausa bar troppo affollato la domenica mattina. E egregio educato istruitissimo signore che prima sgomiti nel costato per farti largo al bancone, e poi vi piazzate con tua moglie che manco alla cocomerata di sanlorenzo a guardare i fochi bisogna berciare così forte per far sentire il proprio impagabile feedback su ogni cosa che sta in cielo e in terra: ecco, te, ‘nonnoressica’ ci sarà tu sorella!

Annunci

35 thoughts on “Generalità e generosità”

          1. Mah, se continua così sarò ancora più c.s. perché rimugino, rimugino e rimugino. Appena postato mi metto a fare pulizie compulsive così mi sfogo, faccio ordine e domani sarò “Libera” di andare a camminare in montagna ❤

            Liked by 1 persona

  1. le sgomitate, che dolcezza la domenica mattina concedersi questi esilaranti esempi di connessione tra l’uomo e la scimmia…
    Ora non so più se sono autorizzata a lamentarmi delle mamme che si fanno strada con i passeggini, grattuggiandoti le caviglie e guardandoti anche con superiorità perchè “tu, persona inutile, stai bloccando il passaggio di qualcuno che ha molto più diritto di te di stare li”.

    Liked by 1 persona

        1. eh vabbè dai, non credere che dentro io non ci rimanga male (e queste sono solo bischerate in generale) alla realtà orrenda del mondo e nel loro piccolo delle brutture e piccolezze della gente che o non ha mai sofferto davvero, o se sa cos’è il dolore, qualunque esso sia, di certo non ha cognizione di cosa sia l’empatia, il tatto, o semplicemente pensa di star meglio lui se può dire peggio di qualcun altro. che ti devo dire, ormai mi viene da ridere, alla fine poveraccio, mi fa tenerezza, cosa che io non faccio a lui ma ti ripeto chissene, ti stringo forte!

          Liked by 1 persona

  2. No pero’ dai Eli, “nonnoressica” e’ bellissimo. Potevi rispondere anche in quel momento al tizio: “a stronzo tornatene a scuola e quando impari a parlare ne possiamo pure riparlare…. Ma anche no!” Ti penso tesoro! Tvb. Il corriere non mi ha trovata per quella famosa pedata… Ahahahah… Un bacione!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...