Accàsa, CiBOH Dammangiare

Un compleanno all’anno

Sono stata tre giorni in letargo nel mio fagottino di dolore. E ci sono ancora.

Sono stata tre giorni in una bolla che era più un cristallo recente con tante punte. Tutte inglobavano insetti, sofferenti anche loro, rappresi mentre spalancano le loro mostruose bocche al culmine del dolore, per sempre memorizzato, come la rabbia incontinente di uscire dal baco.

Sono stata che nulla funzionava, tutto d’accordo nel non partire, sono stata che tutto complottava, lampadine, accendigas, zip dei giubbotti, ammortizzatori dei bus, antenne televisive, rilegature dei libri, spray del deodorante e della panna liofilizzata. E sono stata che li sventavo tutti, colpi bassi e sincronici, che non uno era meno importante e dispettoso, non uno che potesse essere lasciato correre o farmi dire vabè dai c’è di peggio.

Sono stata che il mouse aveva una velocità strana di inseguimento dell’intenzione, del tocco della mano, ma forse era la mia testa che viaggiava in folle, e non si sa ancora qui dove si va a parare.

Sono stata morta, una due tre quattro cinque enne volte, che tre giorni non bastano se trentatré anni non sono bastati, trentunesimo anno è uno dei libri più belli mozart si abbrutiva e con parto facile creava bellezza di partiture, per fare la Sylvia entro trentadue rimane poco tempo e per altre celebrità nel punto e nel nervo più vivo del morire non mi azzardo a tirare le somme, e io in quanto a vivere ci devo ancora pensare.

Annunci

74 thoughts on “Un compleanno all’anno”

  1. Io quando ho compiuto 27 anni mi sono detta “Jim Morrison aveva la mia età quando è morto eppure tutti si ricordano di lui. Che cazzo sto facendo della mia vita?”. Fra un po’ ne compio 30 e la domanda è ancora senza risposta. Provo a scartare due Baci Perugina, hai visto mai.

    Liked by 2 people

  2. Quando ho compiuto 30 anni mi ha fatto un pessimo effetto. Ho pensato che non avrei mai più avuto l’età per fare qualcosa di nuovo, di determinante, di costruttivo, di significativo. Mi sentivo incanalata. In realtà poi ho fatto delle cose. Ho messo al mondo due figli, ho cambiato lavoro, ho comprato una casa nuova, ho lasciato il lavoro, ho preso due cani al canile e gatti trovatelli…. Ho perfino aperto un blog. E ho imparato a fare i tortelli.
    Tanti auguri!!!
    P.S. Dirò una bestemmia, ma l’unica cosa di Mozart che mi pice sono le “palle”!

    Liked by 2 people

  3. Io quando ci penso che davvero non ne ho 29 da un pezzo…si affollano tutti i propositi come funghi. Via via via sció sció sció!
    Soffia e auguri!
    Noi in Sicilia diciamo: Comu veni si cunta!
    E le celebrità…quelle mentono da sempre sull’età!

    Liked by 1 persona

  4. ti avevo persa di vista, piccola!
    Beh, visto che ieri era domani, allora è oggi, no?
    Auguri bilancetta!
    (io sono una Vergine con ascendente, Nettuno e Venere in Bilancia. E non dire più brutto segno, ché non è veroooooooooo!

    Mi piace

    1. Però godi la tua vita anche se la ritieni inutile. Gli anni passano in un attimo….poi succede di rimpiangere di non aver vissuti a pieno tutto ciò che ti era stato donato. Credimi…..è successo a me.❤️

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...