BollettiniANSIA, CiBOH Dammangiare, Hic et Munch

Safari 16° – Decluttering, Oltre l’Anoressia

Oggi sto decisamente meglio, di umore di testa e di cuore. E questo succede quando mossa da non so cosa decido di prendermi cura di me stessa e pensare alle mie cose tra le mie cose e nel mondo costruito coi mattoncini delle mie cose. Volersi bene e trattarsi con cura e pensarsi pienamente meritevoli di rispetto è il contrario esatto dell’individualismo egoista. Così posso cinicamente amare, accordare le note i discorsi e i silenzi in un concerto armonioso per accompagnare i miei passi come traccia sonora, amare chi sono cosa faccio cosa mangio e il perché lo mangio e vivo e di chi mi circondo e a chi do il permesso di visitare e avventurarsi nel safari di quest’anima savana, e chi in controcanto chi il coro chi controvento su una jeep chi incontro al vento e chi immobile aspetta impercettibili movimenti della fiera, che sono i suoi sospiri di Gratitudine a Sé.

🦁 La savana 🦁è sì ordinata ogni cosa al suo posto e non uno di meno nessuno meno importante nell’ecosistema e di sterminate combinazioni postazioni luoghi e situazioni e vite e infiniti orizzonti e la savana è un luogo di libertà, da proteggere, per la libertà.

❌Il Circo ❌ lo odio, il circo è godimento di essere in Schiavitù issandosi e camminando su (e grazie a) tappeti di Schiavi.

Annunci

17 thoughts on “Safari 16° – Decluttering, Oltre l’Anoressia”

  1. Urca! Tu mangi e io sbavo. Giorno dopo giorno, vedo passare piatti… è mica che t’avanza un paio di bocconi? A rischio di vedermeli travasati nel cappello che umilmente porgo a Sua Eccellenza (dico Eccellenza, non a caso, suggestionato dal menu-show)

    Liked by 1 persona

    1. hai perfettamente ragione. è un ossimoro. infatti aspiro a amare cinicamente perché mi rendo conto dei miei limiti, e amore (per gli altri per me per le cose per la vita ecc ecc per tutto comprese le cose che “amo” la lettura le passioni ecc ecc, non necessariamente l’amore umano) so di non potercela fare, quindi per me adesso sarebbe comunque un traguardo: provare a amare le cose e di fare anche la più semplice cosa, scambiare due parole, assaggiare il cibo…ascoltare una musica….pur senza fidarmene e crederci affatto, o senza il tarlo della Minaccia alla radice. un po’ in questo senso. grazie di avermi scritto!!!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...