🆕Chi sono Io, CrEATive storyteller💙

Boh.Scrivo.

Non per passione, non perché mi piace. Scrivo perché è una menomazione.

  • Sono affamata di vita e colori, perché conosco a fondo la Fame e l’assenza di luce,  le voragini nere.
  • Digiuna 32 anni, ora che si mangia?
  • Non sapevo cucinare. Non lo so ancora. Non sapevo che il cibo avesse la proprietà intrinseca di essere una roba “che si mangia”, pensavo fosse lì per darmi fastidio, per farmi un dispetto. Per ricordarmi che ero stonata e senza sincro alle leggi sottili della vita, e il mio esistere la conferma alla normalità mentale degli altri.
  • Da caso clinico a cavia, per scherzo e per gioco, scopro che tante seghe mentali sono un ladrocinio di risorse e cervello e cuore, e il banco mi sta svaligiando le carte la riserva di salute residua e le fiches da giocare, allora che fare, giochiamo e le carte le tengo in mano io, che sapendo per filo e per segno come si gioca male, scommettiamo che scelgo di giocarle bene, intorto il banco, e mi prendo il malloppo, gioco e non faccio la guerra, mangio e non faccio la guerra. Il mondo fa schifo? condiamolo e non solo lo renderemo digeribile, ma anche gustoso, intonato a me.
  • Dall’anoressia a gourmet.
  • Da una gabbia di ferro ( nemmeno dorata come mi si è palesata e presentata la malattia quando ci sono cascata come una babbea, pareva un passpartout jolly antidoto al sensibile), a mosaico e prisma di ali, che librano e vibrano libere, più libere e leggere da quando il cuore, e il corpo, hanno un peso. Un peso reale, un peso emotivo.
  • Accetto il nutrimento, affetto ingredienti, guardo il piatto, scatto e faccio il salto, mi butto, lo mangio.
  • Oh Cazzo, sta roba è parecchio bona!
  • Ma senti che storia, Giochiamo ancora? Ne ho di fame abbastanza per me, e da spartire, il sorriso è il più sincero dei buonappetito.
  • Ho un ingrediente segreto irricettabile, non trascrivibile, il mio stile, insomma ma eli, che ci hai messo alla fine in sta ricetta? ci ho buttato il cuore.

 


 

(Qualora tu fossi appena più di nicchia, e volessi farmi comunque una proposta editoriale, o assumermi -e ti conviene perché hai lo sgravio fiscale dell’invalidità certificata e io magari tra un mesetto mangio- contattami pure allo stesso indirizzo ché a me l’editoria snob d’uncertotipo un mi va mica tanto giù.)

Vuoi collaborare con me e la pubblicista che stagna in me? Scrivimi pure la tua proposta a: [ elisabettapend@gmail.com ]

Guarda il mio indice di influenza blog-social-web

https://buzzoole.com/5pDd8Lqryp52AQgO/influence?w=true

 

 

 

 

73 comments

  1. Chi non lo è? Io ho iniziato a scrivere un blog, come atto di coraggio!! e detto tra noi..ero in analisi! E anche se della moda poco ti frega, è stato un piacere che tu sia passata da me!!
    lalu

    Liked by 2 people

  2. Ciao, sappi che sono assonnato, trovo il tuo blog interessante, ma non ho cervello per leggere quello che scrivi ora e quindi tra uno sbadiglio e l’altro, mi segno il link e … ritornerò. Notte. Ronf. 😉

    Liked by 3 people

    • no ma i carnici son forti ❤ ah no no guarda, io è un boh da sfinimento, fatti nulla, e nonchopiùparole nemmeno per descrivermi, né voglia, tanto logorio mentale, e poi a dire come siamo o non siamo si fa presto, e lo fanno tutti e son tutti bravi. ma io mica lo so come sono.

      Liked by 4 people

  3. Il tuo mi piace ad un mio post mi ha fatto ritrovarti Elisabetta. Ed è un piacere grande anche se quello che leggo alle volte mi fa intendere che la tua strada è faticosa e in salita.
    Ma tu non smettere di scrivere, sei brava.
    E io contenta di essere qua.

    Liked by 2 people

  4. Beh, intanto scrivi, adesso scrivi per passione e non a scopo di lucro. Quando scriverai per soldi smetterai come ho fatto io. Capisci che è meglio che scrivano gli altri, perché scrivere è fatica e non porta né a gloria né a denaro. Tu però continua.
    Buona fortuna.
    Nicola

    Liked by 1 persona

    • Che è meglio che scrivano altri l’ho sempre saputo e continuerò a pensarlo, io non per soldi ma per la Gloria. (Sto scherzando) Poi dipende da altri chi. Da consumatrice fidelity per qualcuno ho qualche reclamo serio, tipo che mi dovrebbero risarcire dei danni gravi all’intelligenza solo per il concetto di abbinare la parola Letteratura o libro con dei personaggi nella stessa impaginazione. Io comunque non scrivo per passione, detesto scrivere, scrivo perché è una menomazione.

      Mi piace

  5. Ma un indirizzo email per chiederti come poter vivere con un pessimismo cronico misto ad una bellissima depressione che mi fa visita periodicamente (si sarà affezionata la stronza), ce l’hai?
    Sempre se la domanda è nelle tue corde eh! 🙂

    Ah, sto andando in fissa col blog. Complimenton

    Liked by 1 persona

    • boh mi consulto con la giunta degli scheletri nell’armadio. ma dubito che abbiano buone notizie per te, visto che neanche con me si sbottonano. però se so qualcosa ti so dire, nel frattempo non ti spiaggiare anche te dall’esorcista. ❤

      Mi piace

  6. Ah mannaggia ci speravo! Dì alla giunta che li ringrazio comunque e che non facessero troppo gli snob che poi rischi che ti arrabbi (perché ti ci arrabbi vero?!).

    Comunque ancora auguri e complimenti per il blog! 😉

    Mi piace

  7. Un tuo “mi piace” ad un mio post mi ha condotto fino al tuo blog , dandomi così modo di leggere qualcosa di tuo. Originale, creativa, pungente, intelligente… Capitero’ spesso da queste parti, almeno fino a quando non avrò modo di trovarti in libreria (ovviamente sui scaffali che contano!!!!!)

    Liked by 2 people

  8. Sei fortissima (pian piano leggerò più e mi gusterò il tuo stile, che “garba” tantisstimo).
    Nel frattempo rimuginerò e masticherò questa cosa della “scrittura come menomazione”. Interessante! Comunque, brava!

    Liked by 2 people

  9. Ciao Elisabetta! Sono contenta che tu sia piombata sul mio bloggino nuovo di zecca, non c’è ancora tanta sostanza come sul tuo ma mi impegnerò. 🙂 Mi piace la tua schiettezza bruciante, anch’io scrivo per me stessa, poco importa se gli altri leggono, io mi diverto e credo anche tu! Continua così! 😀 😀

    Liked by 1 persona

  10. Mi piaci, hai la stoffa per mordere, basta che nella confusione di sentimenti non mordi te stessa (il cane che si morde la coda è un classico, ma tu non dare retta ai classici).
    In questo mondo sgarrupato di ladri per non parlare di assassini c’è tanto da mordere, approfittiamone.

    Nota: grazie per il follow.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...