#AmazonInfluencer, Accàsa, CiBOH Dammangiare, Colori di viaggio, Hic et Munch, Ricettario

Riso alla canto-sano

Buongioveeee che freeeeeddo mi fa igers che freddooooooo oh come fo😱😱😱 c’ho le dita intirizzite un mi riesce nemmeno digitare bene quindi imprenzettiamoci e scaldiamo il pancino!!!! Di Cineserie 🇨🇳cinesaglie ne abbiamo sul tavolo???😂😂😂oh m’era presa troppa voglia stamattina tipo raptus cinesecinesecinesecinese mi passava le scritte nel cervello gli striscioni🎌 con scritto cineseeee 🙀🙀😅😆😋e allora cinese style sia, Riso cantonese un classico dei classici rivisitato col riso integrale e gli ingredienti freschi così vi spiego come farlo diventar sano e buono coi porri😋 e senza glutammato rifritto🙈😂, roba mica uscita dalla latta importimport 😂😂da prato town (per chi non lo sapesse, lo snodo italiano il delta il crocevia delle chinas nostrane😂😂) buono buonissimo una vita che non lo mangiavo mi sta ricordando le uscite che mi sembravano delle meraviglie da piccina quando s’andava al cinese pareva chissà che cosa😂😂😱😂😂 vabbè semplicissimo la ricetta l’ho trovata su internet ve la risparmio che devo ancora scriver le mie sono indietrooooo… ma stamani sono andata al colloquio dei gattini😻😻😻😻 e penso solo a loro, buon pranzo cinese impiattato giustamente😂 nelle caccavelle GIAPPONESI, perché quelle c’ho. Buon lavoro e pome speriamo venga un po’ d’estate di san martino che ieri è durata poco see ya next time💙🙌🏻 #recipeoftheday #foodstagram #cucinare #buonappetito #pranzo #healthy #ethnic #foodblogger #foodblog #tentarnoncuoce #italianfoodphotography #foodpics #food4thoughts #foodart #risocantonese #yummy #risointegrale #cibosano #tasty #photooftheday #ricetta #instafood #chinesefood #food #storyteller #lovefood #instadaily #foodstyle #food52grams

A post shared by Elisabetta #conditaarmonia (@elisabettapend) on

 

Mo’ vi dico come ho fatto ieri il mio riso alla cantonese versione healthy, piatto cinese ormai amatissimo e diffuso in tutto il mondo, chissà poi come sarà la ricetta originale in cina in canton e in quale cantone e chissà se magari non esiste neppure, fatto sta che io questo lo andavo a mangiare da bambina e era sempre una festa perché ai su tempi pareva na roba veramente esotica, e dagli come instevo a portarci la mi nonna che unne voleva sapere di questi mangiari strani. In questo caso ne abbiamo preparato una versione leggera, integrale e con ingredienti freschi di stagione del saporito -e pieno di glutammato- piatto orientale che si trova nei peggiores bar de prato town.

Nella ricetta originaria si utilizza il riso sottile a grana lunga (principalmente basmati) lessato e saltato o fritto poi insieme a piselli, cipolla, uova strapazzate, prosciutto e salsa di soia. La versione con riso integrale e solo saltata invece che fritta è un modo meno laborioso ideale per comporre un menù divertente e nello stesso tempo leggero, perfetto per una bella cenetta in famiglia a tema cinese, con il mio tocco creativo di usare il più delicato e aromatico porro al posto della cipolla.

Riso alla cantonese healthy

Ingredienti x 4 persone
300 g di riso integrale
1 porro
200 g di piselli
100 g di prosciutto cotto
3 uova
5 cucchiai di olio extravergine d’oliva
2 cucchiai di salsa di soia
q.b di sale grosso
Preparazione
Per preparare il riso alla cantonese integrale dovete cuocere i piselli (freschi o surgelati) in abbondante acqua bollente salata, scolateli quando sono ancora di un bel verde brillante e leggermente croccanti.

Nella stessa pentola dalla quale avete cotto i pisellini versare il riso basmati integrale e portatelo a cottura come suggerito dalla confezione facendo attenzione a non stracuocerlo.

Nel frattempo private il porro della radice e delle foglie più esterne, se eccessivamente fibrose togliere anche una parte delle estremità verdi. Lavatelo e tritatelo finemente.

Sbattete le uova in una ciotola con un pizzico di sale, alle quali aggiungere una parte del porro precedentemente tritato e mescolate. Scaldare in un wok o in una padella capiente 2 cucchiai di olio extravergine di oliva e versate il composto di uova e porri strapazzandolo finché è ben cotto e profumato, quindi con il mestolo di legno sminuzzatelo più o meno finemente, spegnete il fuoco e tenete da parte questa frittatina scomposta.

Nella stessa padella versate i cubetti di prosciutto cotto magro e saltateli brevemente senza bruciarli e senza aggiungere altri grassi. Tenete da parte. Quando il riso è cotto scolatelo in una terrina e mettetelo da parte.

Fate appassire l’altra metà di porro rimasto fuori dalle uova strapazzate nella padella con 2 cucchiai d’olio extravergine; una volta che il trito diventa quasi trasparente e morbido, facendo attenzione che non bruci (il porro diventa amaro) aggiungete insieme il riso, la salsa di soia, i piselli, i cubetti di prosciutto e la frittatina strapazzata facendo saltare a fiamma bassa il mix per 2/3 minuti finché si sente leggermente scricchiolare il riso, segnale che si è ben scaldato.

Spegnete il fuoco. girate bene senza compattare, sgranando anzi i chicchi di riso e servite ben caldo in tavola.

In alternativa potete preparare dei gyoza o degli involtini primavera, altri piatti tipici della cultura orientale.

Conservazione
Il riso alla cantonese integrale si conserva per al massimo un giorno fuori dal frigorifero in inverno ed è meglio mangiarlo subito nella stagione più calda.

I CONSIGLI DELLA BETTA
Per questa ricetta in origine piuttosto laboriosa anche se con ingredienti semplici io preferisco usare un unica pentola per l’ebollizione di piselli e riso e un unica padella/wok per cuocere e poi saltare gli ingredienti, via via cuocendoli separatamente ma usando un unico recipiente di cottura, il che ci permetterà di usare meno olio/grasso e insaporirà utleriormente il composto.

Ti consiglio anche la mia robina bellina e imperdibile  e preferita del momento da curiosare (e avere assolutameeeeeeeeente😍 ) per la tu cucina, nello stile che mi piace, come official Amazon Influencer : La mia pagina Amazon

 

Per altri aggiornamenti visitate la mia gallery instagram, pallini!💙

 

 

Annunci
#AmazonInfluencer, A càos, Accàsa, CiBOH Dammangiare, Colori di viaggio, Hic et Munch, Parentesi caustiche, Ricettario

RubRicetta: Fusilli di piselli sani&belli

Mo dicendovi grazie dei 2200 follower instagram facciamo a gara tra blogghe e instagramme eccovi ricettine in arretrato numbero ONE -1-1 con tanto di estemporaneo vivaio emoziionale( ricetta sotto fatevi sotto che poeta che sono eh😂)😌

Buon martedi mondo!!! Fusilli di piselli al sughetto prezzemolato di merluzzo finocchi e olio bono. Non vi sembrerà nemmero di star mangiando il cosiddetto triste sottovalutatissimo merluzzello, se ci condisci il fusillo di pisello, tutto molto bello😂😂😂🙈🙈🙈e ora mangio e chiudo il becco èmmmeglio😂✌🏻✌🏻✌🏻✌🏻Buon appetito ig friends anche questa ricettina tutta volta a rendere il gusto e il posto che spetta e merita la salute nel piatto ✌🏻prestissimo nel blog insieme alle altre e alle idee in progetto (ce la posso fa! ✌🏻 gnamgnam 😋 a proposito venite con me da Ikea dopo che ci prendiamo qualche ispirazione per la casa iggypop di natale??? Ah no aspè🙈😅😆com’era??? Hygge ché??? Higghéttuddici???😂😂😂) voi che mangiate? Mai provate le paste di legumi? Io prima volta, nel pacco #amazon subito provate, buonebuone! Ho anche quelle di lenticchie sempre della Fiordiloto, Mi vengono in mente tanti abbinamenti da sperimentare! 💙see ya next time🙌🏻🙌🏻🙌🏻 #recipeoftheday #pranzo #november #AmazonInfluencer #foodstagram #cucinare #buonappetito #glutenfree #healthy #creativity #foodblogger #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #food4thoughts #humor #foodpassion #ricette #yummy #fish #pesce #tasty #photooftheday #ricetta #instafood#tastingtable #senzaglutine #instagood

A post shared by Elisabetta #conditaarmonia (@elisabettapend) on

Ricetta: Per 2 persone ingredienti:

160 g fusilli di piselli Fiordiloto

Acqua salata per bollire la pasta

4 filetti di merluzzo surgelato tipo Pescanova o Findus o altra marca

Prezzemolo 1 ciuffo

1 spicchio di aglio fresco

3 cucchiai di olio extravergine di oliva

2 finocchi freschi di stagione

Sale fino 1 pizzico

Pepe nero q.b se gradito

 

Procedimento:

Sciaquare sotto acqua corrente un ciuffo di prezzemolo, sbucciare e privare delle pellicine esterne uno spicchio di aglio lasciandolo intero così che possa essere tolto dal tegame una volta rilasciato l’aroma e il sapore se non gradito nel sughetto finale, mondare e privare dello strato esterno due finocchi affettandoli e poi tritandoli in una dadolata abbastanza sottile ma consistente.

Portare a ebollizione abbondante acqua salata per cuocere i fusilli di piselli (io ho sperimentato questi perché mi sembravano i più adatti col pesce, ma se ne trovano di vari legumi sul mercato).

Nel frattempo in un tegame antiaderente scaldare 2 cucchiai di olio extravergine di oliva con uno spicchio d’aglio intero e appena è caldo versare 4 filetti di merluzzo/nasello surgelato (non importa scongelarlo precedentemente), la dadolata di finocchi freschi e salare q.b come siete abituati a vostro gusto

Quando il merluzzo comincia a diventare bianco sui lati girare delicatamente insieme al soffritto di finocchi e cospargere con un trito di prezzemolo e portare a cottura aggiungendo solo se necessario qualche cucchiaio di acqua calda, ricordate che il merluzzo se surgelato rilascerà il suo umido nel tegame, non temete. Ci vorranno una decina di minuti, né i finocchi né il merluzzo dovranno diventare sfatti ma turgidi e le verdure ancora croccanti.

A cottura ultimata (cioè quando l’interno dei filetti di merluzzo è cotto) togliere lo spicchio di aglio dal tegame, sminuzzare grossolanamente il merluzzo con un cucchiaio di legno dividendolo rendendolo a fiocchetti di piccola dimensione e versare all’ultimo momento i fusilli nell’acqua in ebollizione, cuociono per circa tre minuti massimo quindi non vi allontanate troppo, tirateli via con un colapasta o scolateli (tempo di cottura massimo 3 minuti come dice la confezione) e versateli nel tegale del sugo di merluzzo mescolando con delicatamente, aggiungere 1 cucchiaio di olio extravergine a crudo e una macinata di pepe nero se gradito, impiattare e gustare caldi. Buon appetito!

 

 

 

Idee per la vostra casa, tavola, e i trastullamenti vari???? Naturalmente qui ➡️https://www.amazon.com/shop/elisabettapendola 

Consiglio del giorno: Dvd – Monster & Co

-(queste le cose che piaccionoammè😌…underconstruction)-

PS: Domani arrivano i gattini influencerre pure loro😂 di san frediano: Peter e Tobia. Perché così accidenti a loro l’hanno chiamati 😂 poracci 😒vabbò vengono a stare da pascià da betta bettuccia bettina. ma sempre peter e tobia si chiamano 😂😕🙈 No. Non l’ho scelto io. Ma con che coraggio glieli cambio😂???? see ya next time!!!

SalvaSalva

#AmazonInfluencer, A càos, Accàsa, BollettiniANSIA, Colori di viaggio, Counseling filosofico, Hic et Munch, Parentesi caustiche

Rubrica: Betta of the week

Vi spiego. Non che il mio blog abbia bisogno di organizzazione. Nonnò.😌😆. Fate finta che io non stia organizzando il blog. Se volessi organizzare il blog lo dividerei in rubriche. Per dargli un’aria, uhm, no aspé, una spolverata di cadenza, ecco. Mi faccio un regalo, mi do una regolata nei pensieri. Ovvero, le solite cose, semplificate perché sono troppe. E vorrei farle tutte insieme. E mi stresso, sì mi stresso, sono peggio di voi. Ora che lo sapete, da qui a natale delle mille idee che c’ho vorrei estrap(p)olarne alcune, quali? Le migliori. Vorrei sapere prendere con le pinzette e quindi dare valore alla dispersione con cui mi approccio al mondo, con cui do i morsi al mondo, con cui fagocito il piatto che mi va e mi piace, meraforicamente -e non- parlando, che mi preparo, e che poi con la foga della liberazione di averlo “sudato” e reso di mio e solo mio (ma se vi piace non disdegnate, uh) gusto, addento e forse voracemente poco assaporo. Perché morso dopo morso divento newyorkese e ho già le mani e il cervello nel prossimo, che sia un piatto, che sia un’idea, che sia una volontà, che sia una parola una frase o una riscrittura o un’ispirazione o un modo poetico con cui vorrei rivoltare il mondo, che sia una fame d’aria, una fame di migliore, e sono poco contenta. e penso che forse non dovrei scrivere tutta questa intimità delle ore sul mio blog. Ma invece la scrivo e il fatto che io la assapori mentre la scrivo, dice molto di me stessa, del mio blog, del mio essere violentemente Scrittrice. Come si dice, pare che scrivendo, si rischiarino e chiariscano le idee. Io penso che nel mio caso rendano anche i nodi semplicemente dei fiori di possibilità. E a quelle non c’è limite, nel loro essere astratte io darò solo una forma. Una mia assurda forma, il fiore raro che non si è mai visto, il fiore selvatico che non finirà mai in un erbario. Ma c’è. Si scalano montagne, si trova nelle vette impervie, e c’è. Lì resta. Lì rimane tuttaltro che immobile lui a osservare il mondo.

Per cui con l’incoerenza che mi contraddistingue, e per la discontinuità del discorso che invece sappiate che ha una sua logica, inauguro il mio best of the….(inserisci un lasso di tempo qui, facciamo boh), non potrà chiamarsi altro che Betta of the il tempo inserito sopra. Sì sono la matta che lascia gli appunti autorali di scrittura e bozza nel post definitivo che va in pubblicazione oltre la bozza.

Cominciamo che ancora non v’ho detto nulla. I miei preferiti in tutti i sensi in tutti i campi in tutte le asimmetrie nella vita in tutti gli ambiti ambibili e anche in tutti i luoghi in tutti i laghi in tutti i vari ‘azzi miei.

Ciao! Ci si ede presto via via che mi vengano in mente. (Ma non dovevano essere organizzati??? Sì, oggi però vo dalla psicologa. State bonini lì e molto tuned come sempre💙)

Buongiorno! ….Per chi mai c’avesse avuto ancora dei dubbi😂😂che son fiorentina di firenze anzi di san frediano ✌🏻🔝😂…..Colazionate con me sul terrazzo? È una troppo bella giornata per mangiare sul tavolo come gli umani, badalì, c’ho anche iccupolpne di vetro a controllà i biscotti😂😂😍🙌🏻🙌🏻🙌🏻😆(scorrete foto), anzi proprio perché siamo umani oggi ci va cosí, e filo pure di corsa orsa dalla psic che sono in ritardo megagalattico😆🙌🏻🙌🏻😂😂😂😘see ya next time! #lifestyle #instadaily #florenceitaly #instaflorence #duomodifirenze #phootooftheday #instamood #creative #autumn #florenceofig #iloveflorence #art #colazione #landscapes #solocosebelle #wanderlust #wanderlustitalia #vibrant #florenceeats #storytelling #firenze #onthego #worldexplorer #thoughts #florenceofinstagram #italianblogger #casual #breakfast #impressions

A post shared by Elisabetta #conditaarmonia (@elisabettapend) on

SalvaSalva

#AmazonInfluencer, A càos, Accàsa, Colori di viaggio, Hic et Munch, Parentesi caustiche

Suona bene, ammaaazza oh, #AmazonInfluencer

…eqquindi vi dicevo .. (?) ma come, ve lo siete perso😱

*SHAME*😱😂 😁😘

1 pacco….

1 lettera…

bla bla bla come ci sono arrivata in quest’incudine non lo so (ma soprattutto come ci sono arrivati loro, poracci…ehm COMPLIMENTI, grandissimi 😍Amazon🔝,🙌🏻 i meglio😍, l’occhio lungo c’hanno🙌🏻 ad assimilarmi nel team io, geniale e sì snobbata dal mondo ingrato!!! Ovvia!

..molte email più tardi… come è andata a finire????

amazon influencer

Se non avete idea di che cosa si tratti a grandi linee date un’occhiata a questo articolo dei mitici NinjaMarketers che spiegano al popolo😂  il programma esclusivo del colosso e la differenza tra un affiliato e un cosiddetto Influencer. (….)

A parte che io tra queste righe e definizioni più facilmente e probabilmente morirò di influenza😂(o di vaccino appena fatto😳, o della mosca tzè tzè, o del fantasma formaggino)…

…metterò e spulcerò per voi (e per me) tante belle idee (in cantiere, son nòva, oh😌!) anche ad esempio per le liste di natale che cascano a fagiuooolo, per levarvi lo stress, i miei super consigli raccomandatissimi, ve lo fo io il lavoro di pensare al pacchettino perfetto per quella collega odiosa o alla nonna in carriola, e ai mocciosi, tanti bei regalini così si chetano un po’ (trad:stanno un po’ zitti 😂) tutte cose che non si dovrebbero dire ma voi dite che vi manda Elisabetta, quella di Condita Armonia, okkei??? Appena c’ho tempo mi metto a progettare e creare il mio posticino giusto giusto, con la solita bieca ironia. Se non c’avete senso dell’humor, compratelo su Amazon, ve lo consiglio😜

Pagina ufficiale: https://www.amazon.com/shop/elisabettapendola TUTTI QUI a vedere le news e le ultime novità che inserirò a manetta (o a manovella??😂) , tutto ciò che mi fa dire ammazza WOW lo voglio anch’io!

 

 

M a i n f o n d o i n f o n d o v o g l i o s o l o e s s e r e f e l i c e. Olè!💃

A càos, Accàsa, BollettiniANSIA, CiBOH Dammangiare, Colori di viaggio, Hic et Munch, Parentesi caustiche, Ricettario

Lo spirito del natale lo verseresti te sul fuoco?

IMG_0841
Buon sabatoooo mondo!!!! Sai (?😳), hai presente (?😳) quelle mattine tra le bancherelle del mercatino 🎅🏻in cui ti perdi in cui tra specialità bavaresi pretzel 🥨al burro usciti da veri microonde crucchi manovrati da veri troll schiavizzati della foresta nera in cui tra biscottini bretoni e una coppia di zoccoletti olandesi veraci non ti sai decidere con tutto quel kitch perché te lo porteresti a casa TUTTOOH e tutto ti sembra orridamente meraviglioooOOOOso e indispensabile da avere e ti sembra che non puoi vivere senza le scopine scacciamalocchio ugrofinniche col ghigno satanasso appese sopra il letto o i centrini al profumo di pandispezie mentre piena di vergogna ti leggi l’arte del minimalismo e del lasciar andare cianfrusaglie e l’inutile dalla tua vita ma vuoi aaaaaaanche 😍una vita da gnometto col grembiulino tirolese e le treccineXsempre?? Ecco quelle mattine lì come oggi torni a casa e ti fai un piatto METAFISICO di gnocchetti italiani conditi col gorgonzola italiano le prugne alla cannella austriache e la bacca di vaniglia del madagascar😅🙈😂🙌🏻🙌🏻🙌🏻 E ti piacciono da MATTI😋 e pensi che la vita è un caos, stressantissima, dolorosissima, assurdissima, e divertentissima insieme, più avventurosa e incredibile della fantasia, anzi, la più bella e intricata e mozzafiato delle trame di fantasia è la vita. Buon week end, folli folletti e gnometti, l’aria febbrile dell’inverno e dove ci trasformiamo in barattoli di biscottini e favole e desideri ci sta investendo tutti appiccicandocisi addosso come una tutina di vinavyl e ingrullendoci di brutto e non ne usciremo vivi!!!! 😱😂😂😂✌🏻✌🏻✌🏻 (ma sarà stata veramente ‘cannella’ quella spezia nel barattolo austriaco???😂😂😂🙈) see ya next time💙
—–
Ed ora eccovi come promesso la ricettina facile facile delle Tagliatelle alle zucchine, salmone e crema di formaggio fresco, ma non fateci l’abitudine perché io sono una di quella razzaccia che le promesse non le mantiene😁, anzi, quando mai v’ho e ho promesso qualcosa a proposito? ecco. mai. Fatela. 😋 (prometto che è buona😂)
Che tempaccio!!!!!😫 famoci una tagliatellina vai veloce con zucchine e salmone a dadini e questa crema di salmone ad amalgamare il tutto, ...e senza nemmeno aver cambiato la tovagliet

 

 

Ingredienti x 2 persone

 

200 g Tagliatelle secche all’uovo

 

3 Zucchine piccole chiare

 

125 g Formaggio fresco bianco o al salmone (Io il cremoso al salmone Stuffer)

 

1 fetta/trancio Salmone fresco

 

1 rametto e foglioline di Timo

 

1 presa di sale grosso per la pasta e 1 pizzico Sale per il condimento

 

Pepe nero q.b

 

1 cucchiaio
Olio di oliva extra vergine

Preparazione

Un buonissimo primo piatto di tagliatelle all’uovo condito con una fresca crema di formaggio al salmone arricchita da cubetti di salmone fresco e le ultime zucchinette piccole della stagione, e chi ha bisogno della panna?😍

 

Portare abbondante acqua salata a ebolizione mentre prepariamo gli ingredienti per il condimento

Lavare e spuntare 3 piccole zucchine chiare privandole della base e del fiore, tagliarle in bastoncini e infine a cubetti ottenendo una dadolata.

Scaldare un cucchaio di olio in una padella antiaderente o wok e saltare i cubetti di zucchina insieme a cubotti nn troppo grandi ricavati da un bel trancio di salmone fresco.

Fare rosolare per 5/6 minuti finché il salmone diventa rosato e cotto e le zucchine morbide ma non sfatte, salare e profumare nella padella con un rametto e le sue foglioline di timo fresco.

Versare la crema di formaggio e qualche cucchiaiata dell’acqua salata in ebollizione direttamente nella padella col pesce e le zucchine e mescolare delicatamente con un cucchiaio di legno in modo da amalgamare tutto il condimento e renderlo di una consistenza a crema abbastanza liquida. Tenere da parte

Versare i nidi di tagliatelle nell’acqua bollente e cuocere per il tempo suggerito sulla confezione della marca di pasta scelta.

Una volta cotte le tagliatelle scoliamole in una pastiera o nei piatti singoli lasciandole abbastanza umide

Versare il condimento cremoso di zucchine salmone formaggio e timo sopra le tagliatelle e mescolare per amalgamare bene e mangiare subito ben calde, con una generosa macinata di pepe nero in grani se piace, buon appetito!

Note

Il formaggio fresco che ho usato io era già  insaporito al salmone, rendendo la crema ancora più saporita e “rosa”, si trova facilmente sia al salmone che altri aromi, di note marche nel banco frigorifero accanto agli spalmabili tipo filadelfia, robiole, quark, ricotte.

Link alla ricetta su Manjoo

Tagliatelle alle zucchine salmone e crema di formaggio fresco

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva