Accàsa, BollettiniANSIA, Eternitornanti, Hic et Munch, Iperventilazione, Parentesi caustiche, Sei un blocconote

Colpi di genio di scena, davvero.

Oggi per fare un dispetto alla continuità di una linea e allontanare di un passo un ipotetico tratto distintivo che mi caratterizza descrive identifica e inchioda, cambierò tema del blog.

L’inquietudine di non sapere dove mettere le cose dentro e fuori di me e sotto quale forma, e di cambiargli posto e di cambiargli idea, mi caratterizza in effetti piuttosto bene, al limite del branding.

Accàsa, Hic et Munch, Iperventilazione, Sei un blocconote

Testardamento

Il fatto che ora appaia una roba scritta non equivale matematicamente alla conferma che io sia viva pimpante lucida e vivida, non che una condizione sia preferibile all’altra, se proprio fossero antitetiche opposte e alternative, dicono che sia la morte quella definitiva e non risolvibile ma ho la certezza che esitono meno morti viventi che vivi morenti, dacché l’aggettivo participio ne tratteggia l’azione in fieri il mortovivente è un mandrillo scanzonato arzillo e il vivo è bollato, schedulato, programmato, pianificato, ha come unica destinazione e declinarsi il crepare, proprio come il mio post. 

Accàsa, Dammangiare, Hic et Munch, Iperventilazione, Parentesi caustiche

Valori di riferimento

Analisi manca il ferro ma pullula l’ammoniaca. Mi strascinerò per terra in lungo e in largo per vedere se finalmente mi splende il pavimento. A parte che a me il ferro mi mancava anche 25anni fa quando la mi mamma mi lanciava la soletta nel piatto tipo fresbee risentendosi Tié mangia se proprioproprio devi anche mangià, e mi mancava quando andavo a giro come una mela chiodata perché mi riempivano le scarpe da ginnastica di puntine nell’ora di palestra, e sì che ci stavo pure attenta perché non mi smuovevo dalla panchina. Mi manca il ferro perché mi mancano le rotelle. Mi fanno che. Per carne sicura consigliano di rivolgersi al nostro macellaio di fiducia. Rivolgersi al macellaio di fiducia??? Ma io del macellaro, come figura sociale nel gran caledoscopio di chi popola i gironi dell’averno, non mi fido neanche un po‘. Stanno nel mezzanino appena appena sopra i papi. In ogni caso, pazienza, se moio presto che mi manca il ferro almeno un vo a fondo di piombo laggiù tra quella teppa, resto a galla malemale nel limbo coi diseredati senz’acquasanta.