Hic et Munch

Cose che scrivo come didascalia

​

Nel post-psicologa, il motivo per cui vale la pena di volermi bene si illumina. PerchΓ©? ….beh perchΓ© sΓ¬! (È un sΓ¬ talmente banale e semplice che non semplice da dire, da far dire al cuore dopo aver scartocciato ogni bonbon al veleno, annuendo non basta col gesto della mandibola se piano piano non si scioglie il morso di hannibal con l’acquolina famelica di un pasto fatto-con-le-sue-mani-con le sue mani come pietanza,intendo- Γ¨ un semplicemente sΓ¬ che segue tutta una serie di cose che -sempre necessari cestini da portarsi appresso- che no, non fanno parte di me, no, non sono per me, no, non devono piacermi, no, non devo accettarle, no, non devo perdonarle, NO, non NE morirΓ².

Buon appetit, #nonsimolla guerriere di zia Leoncina🦁πŸ’ͺπŸ’ͺπŸ’ͺπŸ’œπŸ’›πŸ’šπŸ’™πŸŒž